Protesi su denti naturali Legnano

Lo studio del dott. Castellano, tra i suoi servizi, si occupa anche di protesi su denti naturali a Legnano

Le protesi su denti naturali sono delle protesi che vengono installate sui denti naturali del paziente senza dover installare alcun impianto o radice artificiale. Solitamente si usano per sostituire da uno a tre denti mancanti. 

Tra le tipologie di protesi su denti naturali troviamo le protesi fisse e le protesi mobili

Nei prossimi paragrafi andremo a capire meglio le differenze tra queste tipologie di protesi su denti naturali. 

Il dott. Luca Castellano è un dentista a Legnano specializzato che, grazie al suo studio dentistico, opera nella provincia di Varese, Milano e Biella e nello specifico a Gallarate, Castellanza e  Busto Arsizio

Tra i servizi offerti dallo studio dentistico del dott. Castellano, oltre alle protesi su denti naturali,  troviamo: l’implantologia, le protesi su impianti , la chirurgia orale, la parodontologia, la terapia conservativa, l’endodonzia, lo sbiancamento e l’ortodonzia

Le Protesi fisse su denti naturali a Legnano

Come detto in precedenza, lo studio del dott. Castellano si occupa anche di protesi fisse su denti naturali a Legnano

Le protesi fisse su denti naturali sono delle protesi che vengono installate sui denti naturali del paziente e sono permanenti, al contrario delle protesi mobili come ad esempio le dentiere. 

Tra queste tipologie di protesi fisse su denti naturali troviamo: le corone, i ponti, gli intarsi, le faccette dentali ed il maryland bridge.

Nei prossimi paragrafi andremo a capire meglio le differenze tra queste tipologie di protesi fisse su denti naturali. 

Corone su denti naturali

L’uso di corone dentali è una tecnica che permette di sostituire restauri coronali mal fatti e permettono di ridare bellezza anche a denti rovinati, rivestendoli.

Le corone dentali vengono costruite quando il dente naturale è particolarmente compromesso, a tal punto da non poter essere curato con delle semplici ricostruzioni in composito.

Si possono eseguire anche per motivi prettamente estetici al fine di ripristinare forma e colore di denti poco armoniosi. Lo stesso discorso vale per gli impianti dentali.

Ricordiamo che le corone dentali non possono essere applicate se manca un dente: in questa situazione si procederà con ponti sui denti naturali o con impianti dentali.

Ponti su denti naturali

I ponti su denti naturali  permettono di ripristinare uno o due denti mancanti, utilizzando come pilastri i denti adiacenti.

I ponti su denti naturali sono un intervento a cui si può ricorrere nella maggior parte dei  casi, tranne quelli più gravi, cioè nelle persone che hanno perso tutti i denti (edentulia totale) o molti (edentulia parziale grave).

L’applicazione del ponte è utile quando: i denti vicini al dente mancante sono stati danneggiati gravemente dalla carie o hanno delle grosse ricostruzioni; quando uno o più denti sono rotti; quando mancano alcuni denti naturali; quando si è affetti da parodontite (o piorrea), cioè una malattia degenerativa che distrugge i tessuti che servono a sostenere i denti (gengiva, osso, cemento e legamento parodontale) e che ne provoca la caduta.

I risultati di questo intervento sono sia funzionali sia estetici: funzionali perché una dentatura completa è fondamentale per poter masticare correttamente, estetici perché la mancanza di alcuni denti è un grandissima fonte di imbarazzo.

Quindi, subito dopo l’applicazione della protesi, potrai masticare, deglutire, parlare senza problemi e senza disagi quando dovrai sorridere o aprire la bocca.

La durata della protesi dipende dalla salute dei denti naturali a cui è ancorata. Per evitare che si instauri una carie o un’infiammazione gengivale  è consigliabile mantenere una corretta igiene orale a casa, recarsi periodicamente dall’odontoiatra per una visita di controllo ed eseguire regolarmente sedute di igiene professionale.

Con l’avvento dell’implantologia questa tecnica viene sempre meno usata in quanto si inseriscono gli impianti dentali (radici artificiali) lasciando intatti i denti vicini.

Gli intarsi sono una particolare tipologia di protesi che consente di risparmiare più tessuto dentale rispetto alla corona singola (capsula).

In caso di carie estese su premolari e molari, quando sono piccole si eseguono semplici otturazioni dirette, anziché limare tutto il dente sacrificando molto smalto e dentina, si può eliminare solo il tessuto affetto da carie e rimpiazzarlo con dei piccoli intarsi. 

Questi vengono costruiti dopo aver preso una piccola impronta nel laboratorio odontotecnico andando così a ripristinare l’anatomia originale perduta.

Potrete chiedere ulteriori informazioni al nostro studio dentistico e contare su risposte esaustive, ma anche su una consulenza personalizzata. Da anni, ci occupiamo di chirurgia orale e odontostomatologica, e perciò anche di implantologia e parodontologia, di estrazioni, di chirurgia pre-protesica e di chirurgia ricostruttiva ossea. Tutte le volte che si rivela necessario, usiamo innesti di osso o biomateriali di elevata qualità, garantendo sempre i massimi livelli di sicurezza, efficienza e soddisfazione. Pertanto, non esitate a contattarci: vi parleremo nel dettaglio della chirurgia orale e cercheremo di comprendere qual è la soluzione migliore per il vostro sorriso. Salvaguardare quest’ultimo è certamente la nostra principale missione.

Il Maryland Bridge

Se invece i denti frontali dovessero venire a mancare, è possibile risolvere il problema grazie al Maryland Bridge, un ponte dentale, fisso o provvisorio, indicato per queste problematiche. 

Il vantaggio principale di questo dispositivo protesico è che si fissa, tramite due alette laterali e dei cementi adesivi, sulle pareti posteriori dei denti che si trovano vicino all’elemento mancante senza che questi vengano limati o toccati in alcun modo.

La tecnica descritta non comporta invasività biologica, è completamente reversibile e può rappresentare un’alternativa in situazioni dove altre terapie implicherebbero un rischio estetico elevato o costi biologici eccessivi. Si tratta inoltre di un intervento che non preclude nessuna altra terapia futura.

In questa maniera è possibile risolvere il problema in maniera duratura e con una soluzione totalmente microinvasiva. 

Gli intarsi su denti naturali

Gli intarsi sono una particolare tipologia di protesi che consente di risparmiare più tessuto dentale rispetto alla corona singola (capsula).

In caso di carie estese su premolari e molari, quando sono piccole si eseguono semplici otturazioni dirette, anziché limare tutto il dente sacrificando molto smalto e dentina, si può eliminare solo il tessuto affetto da carie e rimpiazzarlo con dei piccoli intarsi. 

L’intarsio dentale viene inserito direttamente nella cavità che si è venuta a creare all’interno del dente, ricostruendone la sua forma originaria.

L’intarsio dentale quindi protegge il dente rendendolo più resistente e permettendogli di recuperare la sua estetica e la funzione masticatoria.

Questi vengono costruiti dopo aver preso una piccola impronta nel laboratorio odontotecnico andando così a ripristinare l’anatomia originale perduta.

Gli intarsi si suddividono in Inlay, Onlay e Overlay in base alla loro estensione e possono essere costruiti in composito o in ceramica.

L’intarsio dentale in ceramica presenta sicuramente dei vantaggi rispetto alle vecchie otturazioni in amalgama: è realizzato con uno dei materiali più biocompatibili in circolazione, protegge il dente conservandone la sostanza, garantisce un’estetica perfetta, è duraturo nel tempo.

L’unico svantaggio dell’intarsio dentale è il costo; un intarsio dentale costa generalmente di più di un’otturazione in amalgama o composito.

Le faccette dentali

Per risolvere il problema di denti anteriori, detti i “denti del sorriso”, macchiati, ingialliti o storti con degli spazi antiestetici, vengono utilizzate le faccette dentali di ceramica, così da migliorare questi problemi ottenendo un sorriso più brillante, pulito ed attraente. 

Le faccette dentali sono sottilissime lamine (veeners) in ceramica che vengono incollate ai denti per migliorarne l’aspetto in modo davvero radicale. 

Solitamente, le faccette dentali si applicano per oscurare i difetti presenti sui denti, così da ottenere un sorriso privo di imperfezioni. L’applicazione della ceramica è data anche in presenza di denti storti, e può servire soprattutto per i benefici che può apportare nella masticazione.

La porzione di dente sacrificata all’applicazione delle faccette in ceramica è davvero minima (in media 0,5 -0,7 mm di spessore del dente), e il risultato finale non solo è esteticamente perfetto, ma anche solido e durevole nel tempo. 

Infatti le faccette dentali in ceramica sono resistentissime, non si macchiano neppure se il paziente è un forte fumatore e non richiedono una manutenzione particolare: l’uso quotidiano di spazzolino, dentifricio e filo interdentale, ossia la normale routine di igiene orale, è sufficiente a garantirne la durata. 

Con le faccette dentali in ceramica si possono ottenere questi risultati:

  • effetto sbiancante dei denti
  • chiusura degli spazi interdentali (o diastema)
  • allungamento dei denti
  • modificazione e miglioramento dell’estetica dentale
  • riallineamento dei denti

Testimonianze

Ecco cosa pensano di noi i nostri pazienti.

Le Protesi mobili su denti naturali a Legnano

Come detto in precedenza, lo studio del dott. Castellano si occupa anche di protesi mobili su denti naturali a Legnano

Le protesi mobili su denti naturali sono delle protesi che vengono installate sui denti naturali del paziente senza dover installare alcun impianto o radice artificiale. 

Come suggerisce il nome, questa tipologia di protesi mobili permettono alle stesse di essere rimosse in autonomia dal paziente. 

Tra le tipologie di protesi su denti naturali troviamo le dentiere, lo scheletrato, la protesi flessibile in nylon e la protesi combinata con attacchi a scomparsa. 

Nei prossimi paragrafi andremo a capire meglio le differenze tra queste tipologie di protesi mobili su denti naturali. 

Ti ricordiamo che per ulteriori informazioni o per un consulto gratuito puoi contattarci compilando il form che trovi in questa pagina o telefonando ai numeri messi a disposizione per contattaci. 

Le dentiere

Quando si parla di protesi mobili la prima cosa che viene in mente sono le dentiere. 

Le dentiere sono delle protesi dentali rimovibili che rimpiazzano i denti mancanti. 

Queste sono formate da due parti, una parte rosa che simula la gengiva ed una parte bianca costituita dai denti protesici. Entrambi le parti sono fatte di resina acrilica anche se i denti talvolta possono anche essere in composito o in ceramica. 

Questa soluzione ha i vantaggi di essere  una soluzione rapida, economica e garantisce un’ottima igiene orale per la sua possibilità di essere tolta e lavata a fondo. 

Ad oggi le dentiere non sono più come quelle di un tempo, grazie all’innovazione tecnologia e ai materiali usati sono più performanti, belle e stabili. 

Le dentiere però presentano ancora degli svantaggi a confronto con le protesi fisse, tra i principali troviamo l’usura della dentiera stessa, la protesi dentale si consuma e va sostituita così come la parte interna che simula la gengiva. Altro grande problema sono i “basculamenti”, ovvero la possibilità che durante movimenti estremi come gli sbadigli, la dentiera possa muoversi.

Un altro grande problema è il periodo variabile di adattamento alla dentiera. 

Questo può portare ad un incremento della salivazione, indolenzimento dei muscoli, sensazione che la dentiera sia non aderente o troppo grande. Bisogna dare il tempo ai muscoli, alle guance, alle labbra e alla lingua di adattarsi in modo che possono loro stessi stabilizzare la dentiera.

Questa fase è legata anche all’adattamento neuromuscolare che per potersi realizzare ha bisogno di alcuni giorni.

Scheletrato

Quando mancano alcuni denti e non si vuole ricorrere all’implantologia è possibile ripristinare la dentatura con una protesi mobile parziale. 

Questa presenta una struttura metallica di base in cromo cobalto sulla quale vengono montati dei denti in resina.

Questa protesi si ancora ai denti naturali residui con dei ganci metallici.

Questi però, situati nelle zone anteriori, potrebbero essere antiestetici e per questo oggi è possibile avere una protesi flessibile in nylon con ganci estetici.

Flessibili in nylon

La protesi flessibile in nylon è una protesi mobile parziale a supporto gengivale che non traumatizza i denti residui come invece accade con gli scheletrati con i ganci metallici. 

I ganci sono trasparenti in quanto sono fatti con un materiale camaleontico, semitrasparente che lascia intravedere il colore delle gengive.

Protesi combinata con attacchi a scomparsa

Un altro tipo di protesi è quella data da una protesi fissa su denti naturali residui sulla quale si aggancia una protesi mobile (scheletrato) senza ganci

Quest’ultima si innesta alla protesi fissa con degli attacchi a scomparsa

Questa metodica si usava molto in epoca pre-implantare adesso invece si esegue solo quando il paziente rifiuta categoricamente l’implantologia o quando ci sono molte controindicazioni all’intervento chirurgico (eventualità rara).

Vuoi prenotare una visita gratuita?

Chiama la nostra clinica più vicina a te o compila il form per informazioni